Pulire l’impianto di raffreddamento degli autoveicoli

L’impianto di raffreddamento è uno dei componenti fondamentali per il funzionamento del nostro autoveicolo e, proprio per questo, va tenuto costantemente monitorato tramite una corretta e costante manutenzione. Vediamo insieme come.

Tempo Lettura: 2 min

Composto principalmente da radiatore, ventola e pompa dell’acqua, il sistema di raffreddamento presente negli autoveicoli ha lo scopo di tenere costante la temperatura a cui il motore deve funzionare, indipendentemente dalle condizioni climatiche e di uso del veicolo (caldo, freddo, salite, discese, accelerazioni, ecc.).

Vediamo nel dettaglio il suo funzionamento. Il radiatore è un serbatoio che cattura l’aria dall’esterno, e il cui fine è di raffreddare il liquido radiatore, dopo che questo ha attraversato il motore e ne ha raccolto il calore in eccesso prodotto dalla combustione. Una volta raffreddato dal radiatore, questo liquido è pronto per essere reimmesso nel motore. Grazie all’alternanza di questi step di raccolta calore – raffreddamento, si favorisce il raffreddamento del motore, impedendone la fusione. Un’ulteriore importante componente dell’impianto di raffreddamento degli autoveicoli è la ventola che, in caso di temperatura particolarmente alta, interviene per abbassarla. Alla pompa acqua è affidato invece il compito di mettere in circolo il liquido presente nel motore: senza, non potrebbe spostarsi verso il radiatore per raffreddarsi e la temperatura del motore salirebbe senza alcun limite creando danni irreversibili.

La presenza di eventuale sporco, impurità, calcare o corrosione nel sistema di raffreddamento degli autoveicoli può danneggiare la tenuta meccanica della pompa dell’acqua, ostruire il radiatore o, addirittura, causare perdite di liquido refrigerante. Ecco perché la pulizia dell’impianto di raffreddamento è considerato a tutti gli effetti uno step decisivo nella manutenzione di ogni autoveicolo per garantirne stabilità e sicurezza.

Prima di procedere con la pulizia, è necessario innanzitutto assicurarsi che il motore sia completamente raffreddato. Svuotare poi l’impianto di raffreddamento dal vecchio liquido radiatore, anche detto liquido refrigerante e affidarsi, per i prossimi step di lavaggio, a prodotti professionali e sicuri.

Zeus è il liquido di lavaggio sviluppato dal laboratorio chimico Errecom per eliminare residui di grasso, ruggine e incrostazioni che si sono accumulate nel tempo all’interno degli impianti di raffreddamento e rallentano il normale flusso del liquido radiatore. La sua formulazione, altamente efficace, scioglie i depositi, mantenendoli in sospensione fino allo svuotamento del circuito di raffreddamento e forma un leggero film protettivo che rallenta la formazione di nuovi accumuli.

Una volta rabboccato il circuito di raffreddamento con il nuovo liquido radiatore, Errecom consiglia infine di inserire Uran, un additivo lubrificante che protegge dalla corrosione le pompe d’acqua, mantenendo le ideali condizioni di funzionamento dell’impianto. Prevenendo la formazione di agenti corrosivi, Uran limita l’accumulo di depositi solidi che causerebbero l’occlusione e la diminuzione delle prestazioni dell’impianto di raffreddamento.

Condividi su
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Articoli correlati
Manutenzione autoveicoli

Come riparare le perdite di olio dal motore

Tempo Lettura: 5 min Cosa fare in caso di perdita di olio dal motore? Scopriamo insieme quali possono essere le cause e …   Come riparare le perdite di