Il tuo articolo è stato aggiunto al carrello.
Empty cart

Massimo Bernardi: una vita da commerciale

Massimo, di nome e di fatto: commerciale entusiasta ed energico, Mr. Bernardi racconta una vita passata a vendere. Cosa non è facile riassumerlo, ma oggi ha deciso di fermarsi ad Errecom e di commerciarne l’assoluta qualità.

Vi lasciamo ad un’intervista entusiasmante, che vi svelerà il primo dei ritratti Errecom che vorremmo presentarvi.

 

Ciao Massimo, cosa ci racconti di te?

“Quanto tempo hai a disposizione? – scherza Massimo (n.d.r.). Raccontare la mia storia lavorativa non è semplice, ma ci proverò.
La mia carriera si è snodata principalmente tra tre macrouniversi, oltretutto molto eterogenei: in primis l’automotive, la cosmesi e il mondo delle assicurazioni.

“Beh, facile!”, direte voi. In realtà, avendo sempre rivestito il ruolo di responsabile vendite/agente di commercio, ho attraversato mondi, clienti e realtà davvero molto diverse tra loro.

Ho iniziato presto, quando ancora stavo finendo le superiori: a 16 anni i miei genitori avevano bisogno di una mano nell’attività di famiglia (un’officina meccanica con una piccola area dedicata alla vendita di auto). Così sono stato catapultato nel mondo del lavoro e delle responsabilità, dovendo rispondere fin da subito di ben quattro persone. Beh, il mercato delle automobili mi ha appassionato sin dall’inizio, quindi, appena finite le scuole superiori, mi sono iscritto al corso di agente rappresentante di commercio: vendere era il mio pane quotidiano, quello che volevo fare.

La mia versatilità ha fatto sì che potessi avvicinare diversi ambiti: per questo sono facilmente passato dalle auto, all’estetica, alle assicurazioni, per poi tornare inevitabilmente al mondo dei motori.

Con questo stesso entusiasmo mi sono trasferito nel 2005, per circa 2 anni, nelle Americhe: lì svolgevo il ruolo di direttore vendite Latino America per un’importante multinazionale.

Tornato in Italia, mi sono ancora giostrato nei vari settori per poi arrivare ad Errecom.

 

Da quanto tempo lavori in Errecom?

Ho conosciuto Luca – CEO di Errecom (n.d.r.) nel 1992, proprio in quella che allora era la sua attività.

Negli anni siamo rimasti in contatto, un po’ per compatibilità caratteriale, un po’ per la passione comune legata alle automobili.

Per diverso tempo ho collaborato con lui, finché ci siamo guardati e abbiamo pensato che fosse giunto il momento di definire ufficialmente il tutto.

Così, due anni fa, sono arrivato definitivamente in Errecom.

 

Che ruolo copri in azienda?

Sales manager Italia: sviluppo nuovi business e supporto il mercato del nostro Paese

 

Cosa ami di più del tuo lavoro?

Questa è una domanda che mi piace.

Faccio intanto una premessa: per un veterano come me, va detto che il lavoro di commerciale è negli anni cambiato parecchio.

Ricordo che un tempo, per approcciare un cliente, i soli metodi erano due: bussare alla porta oppure aprire le ormai obsolete pagine bianche e chiamare i numeri di telefono dei potenziali acquirenti. E non sto neanche a parlare dei kilometri macinati per portare campioni di prodotto a dimostrazione che non stessi raccontando bufale.

Oggi il lavoro è più semplice e dinamico: con un click, ti si apre un mondo.

Quindi, mettendo tutto sulla bilancia, direi che della “vecchia scuola” adoravo la vera e propria vicinanza col cliente. Parlando di oggi, invece, adoro quell’impareggiabile dinamicità che il mercato globale ha dato modo di generare. I tempi si sono accorciati e in breve, arrivi letteralmente dappertutto.

 

Quali sono i valori aziendali che meglio ti rispecchiano?

Questa è facile: lealtà, classe, disciplina e serietà.

 

Se fossi un prodotto Errecom, quale saresti e perché?

Belnet – liquido di lavaggio per linee frigorifere (n.d.r.): come dice sempre mia moglie “quando passo io, faccio piazza pulita”.

Belnet è una garanzia di lavaggio e, modestamente, cerco di vivere in un “mondo pulito”.

 

Sei un bravo commerciale perché…

Perché è un lavoro che ho scelto e credo di esser capace a portare altra gente sulla mia stessa lunghezza d’onda.

E’ ovvio poi che il prodotto deve essere ottimo: per etica, non potrei mai vendere qualcosa di scadente. Per questo ho sposato il progetto Errecom.

 

Il ruolo di sales manager prevede un approccio quotidiano e un contatto stretto con i clienti: cos’hai imparato da loro?

Negli anni, i miei clienti mi hanno insegnato prima di tutto a relazionarmi con loro: sembra una banalità, ma gestire teste ed esigenze diverse non è sempre facile.

E poi, credo di aver imparato la cosa più importante: ascoltare l’altro.

 

Ultima domanda (un po’ ruffiana): Perché scegliere Errecom?

Durante la mia esperienza ho vissuto la quotidianità di tante aziende e devo dire che non ne ho mai conosciuta una dinamica come Errecom: ogni anno ci si inventa qualcosa di nuovo, si procede e si guarda avanti, non indietro, come fanno tanti altri.
Questo ti dà davvero molte argomentazioni e altrettanti incentivi per fare bene il lavoro di commerciale.

Lo staff, inoltre, è giovane, fresco e preparato. E questo è indubbiamente stimolante.

 

PER CONTATTARE MASSIMO: sales.10@errecom.it

condividi su