il tuo articolo è stato aggiunto al carrello.
Empty cart
HOME > Senza categoria > Aria condizionata: Riscaldamento 2.0 Durante i mesi invernali

ERRECOM PROTAGONISTA A EAAC CONFERENCE CON COMPRESSOR+

Aria condizionata: Riscaldamento 2.0 Durante i mesi invernali

Cosa c’è dietro al riscaldamento tramite pompe di calore?

I condizionatori sono diventati oggi la nuova frontiera del processo di riscaldamento, soprattutto quando si è in cerca di qualcosa che coniughi praticità, risparmio e green philosophy.

Il sistema a caldaia non è solo costoso, ma il suo prezzo di installazione e mantenimento è estremamente alto. Al contrario, un moderno sistema A/C è facilmente trattabile e necessita di intervento tecnico solo in caso di grossi problemi.

 

Riscaldare o di riscaldare: questo è il dilemma!

 Ma come fa un dispositivo costruito per estrarre l’aria calda da una stanza a fornire anche calore? La risposta è in realtà piuttosto semplice.

Una pompa di calore definisce un dispositivo che muove calore da una posizione all’altra. Un condizionatore è pertanto una pompa di calore a tutti gli effetti, in quanto, per definizione, questo viene utilizzato e pensato per creare un ambiente temperato spostando il calore tutto intorno.

Il magico processo dietro a tutto ciò è molto semplice: il suo funzionamento in modalità riscaldamento è quasi identico al modo in cui funziona il condizionatore durante il raffreddamento. La differenza? Il ciclo viene invertito.

 

Perché scegliere un condizionatore come pompa di calore, invece di una convenzionale caldaia?

 Semplicemente detto: non solo si tratta di un modo più economico per riscaldare i locali, ma è soprattutto scelta eco-friendly, come pure.

Grazie alla crescente coscienza green dei consumatori (che sta visibilmente incrementando di anno in anno), le vendite di pompe di calore stanno diventando sempre più popolari.

condividi su